La Polonia cristiana

I luoghi di Giovanni Paolo II

Viaggio per gruppi precostituiti

In breve

Dove: Polonia
Chi: gruppi precostituiti
Costi: da € 1.050
Durata: 6 giorni, 5 notti

Date

libere

La quota, in camera doppia, include:

  • Voli a/r in classe economica (possibile scalo)
  • Tasse aeroportuali
  • Hotel 3*
  • Pensione completa
  • Bus a disposizione per il tour
  • Guida in lingua italiana
  • Visite come da programma
  • Ingressi: Cattedrale di Wawel e tombe reali, Basilica Mariana, Miniera di sale con ascensore a risalita, Sinagoga a Cracovia, museo a Wadowice, audioguide ad Aushwitz
  • Assicurazione sanitaria.

La quota non include:

  • Bevande ai pasti
  • Mance
  • Extra di carattere personale
  • Tutto quanto non indicato in “la quota include”

Un itinerario nei luoghi in cui nacque Papa Giovanni Paolo II, per ripercorrere i passi del Santo, per non dimenticare la storia recente della sua patria e per ammirarne il patrimonio culturale. Tra gli aspetti salienti del viaggio ricordiamo:

  • Czestochowa con il Santuario della Madonna Nera, a cui Papa Giovanni Paolo II era molto devoto, ed altri santuari mariani legati alle tappe più significative della vita del Papa nella sua terra natale.
  • Auschwitz-Birkenau, luogo simbolo di una pagina di storia delle più terribili.
  • Varsavia e Cracovia, con il loro patrimonio architettonico e culturale anche riconosciuto dall’Unesco.
  • Le miniere di sale di Wieliczka, un’incredibile cittadina sotterranea scavata dai minatori.

Per chi è indicato il tour

L’itinerario ha un carattere sia di turismo sia di devozione Mariana e di interesse verso la figura storica e religiosa di Papa Giovanni Paolo II.
Va bene per tutte le eta’ – L’itinerario non prevede camminate lunghe o difficoltose.

Documenti necessari

Carta d’identità valida per l’espatrio e non rinnovata con timbro.

Itinerario

Giorno 1: ITALIA - POLONIA/ Varsavia

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di convocazione. Operazioni di accettazione, imbarco e decollo per Varsavia (possibile scalo intermedio). Arrivo, incontro con l’accompagnatore e pranzo. Inizio del tour guidato della città con la chiesa di S. Kostka nei cui pressi è collocata la tomba del Beato Padre J. Popieluszko, martire polacco, rapito e ucciso dai funzionari dei servizi speciali del regime comunista. Proseguimento delle visite con il centro storico (patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO) in gran parte ricostruito dopo la seconda guerra mondiale: la Piazza del Castello, la Cattedrale di San Giovanni, la Colonna di Sigismondo (uno dei simboli della città), la Cattedrale di S. Giovanni, la via Krakowskie Przedmiescie (prima parte del Tratto Reale) lungo la quale sorgono diversi palazzi storici tra cui quello del Presidente della Repubblica, la Chiesa di S. Anna e l`Università. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 2: Varsavia – Czestochowa
Prima colazione e completamento delle visite guidate di Varsavia. Pranzo e partenza per Czestochowa, la capitale spirituale della Polonia. Visita del Santuario della Madonna Nera che sorge sulla collina di Jasna Góra (Monte Chiaro), il più importante luogo di devozione cattolica in Polonia. Ogni anno vi giungono oltre quattro milioni di pellegrini. Qui è conservato il quadro della Madonna con Bambino, di tradizione medievale bizantina, così caro al popolo polacco. Cena e possibilità di partecipare alla preghiera serale, guidata dai Frati Paolini, “Appello di Jasna Gora “ alle 21.00 in Santuario. Pernottamento.
Giorno 3: Czestochowa - Wieliczka - Cracovia
Prima colazione e celebrazione della Santa Messa nella Cappella del Rosario della Basilica. Ancora tempo a disposizione a Czestochowa e pranzo. Partenza per Wieliczka per la visita delle miniere di sale, un’attrazione turistica celebre in tutto il mondo. Per più di 700 anni tante generazioni di minatori polacchi crearono un mondo sotterraneo eccezionale e unico per la sua bellezza, con le cappelle riccamente decorate, le originali gallerie nonché un sotterraneo lago salino. In centinaia di anni i minatori scavarono oltre 300 km di corridoi. I tre livelli superiori della miniera sono stati adattati all’itinerario turistico dove vi si possono ammirare 20 sale piene di bellissime statue scolpite nel sale. Al termine trasferimento a Cracovia, capitale dal XI fino al XVI secolo, riconosciuta dall’UNESCO come uno dei maggiori complessi architettonici del mondo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
Giorno 4: Cracovia - Kalwaria – Wadowice - Oswiecim/Auschwitz
Prima colazione e partenza per Kalwaria Zebrzydowska, Santuario della Madre di Dio, con la famosa Via Crucis, luogo in cui il giovane Karol Wojytila si recava molto spesso da ragazzo insieme a suo padre. Visita della chiesa dei Padri Bernardini che, insieme al Monastero e al Parco dei Pellegrinaggi, è Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e il più importante Santuario della Polonia dopo Jasna Gòra. Proseguimento per Wadowice, città natale di Giovanni Paolo II. Visita del museo dedicato al Santo Padre e della Basilica della Presentazione al Tempio della Vergine Maria dove fu battezzato. Pranzo. Proseguimento per Auschwitz per la visita del campo di sterminio Auschwitz-Birkenau, la maggiore fabbrica di morte in tutta la storia dell’umanità; qui durante la Seconda Guerra Mondiale morirono più di due milioni di persone, di cui la maggior parte ebrei. Il campo è stato iscritto nella lista UNESCO nel 1979. Ritorno a Cracovia. Cena e pernottamento.
Giorno 5: Cracovia
Prima colazione e giornata dedicata alle visite di Cracovia. Tour del centro storico che ha conservato la sua originaria architettura medievale: la Piazza del Mercato e dei Panni e la Chiesa dedicata alla Vergine Maria (con il famoso altare gotico in legno). Proseguimento con il Castello Reale e la Cattedrale situati sulla collina di Wawel, che domina le acque della Vistola. Edificato intorno al Mille e ricostruito nei primi decenni del Cinquecento con il concorso di una schiera di artisti italiani, il Castello presenta un grandioso impianto gotico, affiancato dalle torri dell’orologio e delle campane d’argento, a cui furono aggiunte nei secoli XVII e XVIII diciotto cappelle barocche; l’insieme è uno scrigno di tesori d’arte che adornano i sepolcri di monarchi e prelati. Della Cattedrale di Wawel, Santuario nazionale da più di mille anni, ricordiamo la cinquecentesca Cappella di Sigismondo a pianta quadrata con cupole d’oro che custodisce le spoglie di diversi regnanti polacchi dal Trecento fino al XVIII secolo. Nel pomeriggio visita al quartiere ebraico Kazimierz, che per secoli ospitava la più grande comunità ebraica della Polonia. Oggi al suo interno si trovano sette sinagoghe, tra cui la Vecchia Sinagoga, la prima in Polonia (oggi museo), la Sinagoga Remuh, unica ancora utilizzata e circondata dal cimitero in cui è seppellito uno dei più famosi rabbini al mondo, Moses Isserles, rinomato talmudista del Cinquecento. Cena e pernottamento.
Giorno 6: Cracovia – Santuario di Lagiewniki - ITALIA
Prima colazione. Il mattino sarà dedicato alla visita a Lagiewniki, dove sorgono due importanti templi: il Santuario della Divina Misericordia, consacrato da Papa Wojtyla, nel cui convento visse e morì suor Faustina Kowalska, e il Centro “ Non abbiate paura “, dedicato al Santo Padre Giovanni Paolo II, con la chiesa e museo che portano il suo nome. Trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia (possibile scalo intermedio).

Costi

da €1.050 (Quote a persona in camera doppia – min 25 paganti)
Supplemento singola su richiesta

Durata del viaggio

6 giorni, 5 notti

Notizie utili

BAGAGLIO – Per quanto riguarda i bagagli da portare in cabina e da consegnare per la stiva si prega di seguire le disposizione della compagnia aerea che effettuerà il servizio. Le regole in materia di sicurezza non consentono di portare con sé all’interno della cabina dell’aeromobile i seguenti oggetti- forbici di qualunque misura, limette, tronchesine per le unghie e oggetti simili. Per quanto riguarda qualsiasi tipo di liquido, dentifrici, profumi, gel per capelli, cosmetici, creme e lozioni è possibile portarli a bordo solo in contenitori da massimo 100 ml/100 gr. Tutto ciò dovrà essere contenuto in una busta di plastica trasparente chiusa dal peso massimo di un chilo. Il personale addetto al controllo ha facoltà di sequestrare qualunque oggetto giudicato pericoloso o non conforme alle normative vigenti.

VALUTA – L’unità valutaria è lo Zloty (PLN) e divisibile in Groszy. Negli alberghi, nei negozi per turisti e nei centri commerciali sono accettate le principali carte di credito.
1 Zloty vale circa 0.240 euro e 1 euro vale 4,20

TELEFONI – Per telefonare in Polonia dall’Italia, usare il seguente prefisso internazionale: 0030- prefisso locale – numero dell’abbonato
Per telefonare dalla Polonia in Italia, comporre 0048 – prefisso locale – numero dell’abbonato.
Dalla Grecia è possibile telefonare in Italia usando schede telefoniche acquistate in loco. E’ inoltre possibile telefonare con un cellulare, contattare il proprio gestore per abilitare il telefono e conoscere le modalità e costi di utilizzo.

DISPOSIZIONI SANITARIE – Non è richiesto nessun tipo di vaccinazione.

CONSIGLI IGIENICO/SANITARI – Consigliamo di portare dall’Italia oltre ai farmaci di uso abituale, un analgesico, prodotti per la cura di problemi intestinali. Consultare il proprio medico per le prescrizioni specifiche.

CLIMA – In Polonia il clima è continentale, con inverni molto freddi, spesso sottozero, ed estati moderatamente calde. Il clima è più mite lungo la costa settentrionale affacciata sul Baltico, mentre diventa progressivamente più continentale quanto più ci si allontani dal mare.

ABBIGLIAMENTO – Consigliamo un abbigliamento semplice, con giacca o soprabito per l’inverno. Nei periodi più caldi consigliamo abbigliamento a “strati”, giacchetta e foulard per la sera in primavera. In tutte le stagioni scarpe comode e ombrello o mantella per la pioggia.

RELIGIONE – Cattolica

ELETTRICITA’ – 220V. Prese come in Italia.

MATERIALE FOTOGRAFICO – Le pellicole e le micropile per gli apparecchi fotografici ed elettronici sono reperibili ovunque. Consigliamo di rifornirsi in Italia di tutto il materiale fotografico specialistico. E’ bene rispettare i divieti di fotografia (aeroporti, porti, caserme, postazioni militari e di confine e luoghi di interesse strategico) onde evitare di incorrere in sanzioni o nel sequestro delle apparecchiature.

CUCINA LOCALE – L’offerta della gastronomia polacca è ricca e molto variegata. Gli antipasti più popolari sono le aringhe, servite in diversi modi e il “Tartar”, filetto di manzo tritato alla tartara. Tra i primi piatti, molto gustose sono le zuppe. Fra i piatti principali ricordiamo- il “Bigos”, il più antico piatto polacco, uno stufato di carne, cavoli, crauti e prugne secche; i “Golabki”, carne tritata avvolta in foglie di cavolo e stufata in umido; i “Flaki”, trippa di manzo insaporita con erbe aromatiche. Il piatto preferito dei Polacchi è la braciola di maiale preparata in vari modi. Contorno classico della carne di maiale è lo stufato di cavoli. Numerose e rinomate sono le vodke. Molto più antiche della vodka sono le tradizioni dell’idromele e della birra, per secoli bevande quotidiane dei Polacchi. Da non perdere i dolci polacchi che offrono una vasta gamma di bignè, soffici brioche, millefoglie, e torte alla crema, alla frutta e alla ricotta.

Desideri ricevere informazioni o un preventivo su questo itinerario?

Compila il modulo, ti risponderemo presto.

Nome*

Email*

Richiesta

Accetto le condizioni sul Trattamento dei dati personali