Pellegrinaggio in Terra Santa

Israele e territori palestinesi

Viaggio per gruppi precostituiti

In breve

Dove: Israele e territori palestinesi
Chi: gruppi precostituiti
Costi: da 1.100 euro
Durata: 8 giorni, 7 notti

Date

  • libere

La quota, in camera doppia, include:

  • Voli a/r in classe economica
  • Tasse aeroportuali
  • Hotel 4*
  • Pensione completa
  • Bus a disposizione per il tour
  • Guide in lingua italiana
  • Visite e ingressi come da programma
  • Assicurazione sanitaria 

La quota non include:

  • Bevande ai pasti
  • Mance
  • Extra di carattere personale
  • Tutto quanto non indicato in “la quota include”.

La Terra Santa è una terra contesa, un luogo che parla di amore ma che non trova pace.
Un itinerario tra Israele e territori palestinesi per rivivere gli episodi del Vangelo e vedere la quotidianità di chi vive queste terre al giorno d’oggi.
La destinazione racchiude in pochi km una grande varietà di aspetti interessanti. Se si sceglie di visitarla come pellegrini, si presterà maggiore attenzione ai luoghi santi che i Francescani custodiscono da 800 anni, ma non potranno passare inosservati luoghi di interesse storico, come la rocca di Masada, che racconta la resistenza e il suicidio degli Zeloti di fronte all’assedio dei Romani dopo la caduta di Gerusalemme. Anche la natura ha qualcosa da dirvi: a pochi km da Gerusalemme potrete sperimentare il galleggiamento nelle acque del Mar Morto che, con i suoi -417 mt, è la più profonda depressione al mondo.
Israele è un paese sicuro! Non fatevi intimorire dai tanti controlli o dalla presenza di militari. Lavorano per la loro e la vostra sicurezza

Per chi è indicato il tour

E’ l’esperienza ideale per chi vuole conoscere i luoghi del Vangelo facendosi accompagnare da un sacerdote o da una guida biblica laica locale.
Il pellegrinaggio prevede la celebrazione della Messa ogni giorno.
Va bene per tutte le età – L’itinerario non è troppo faticoso, il bus è sempre a disposizione per i vari spostamenti (normalmente brevi). Il trasferimento più lungo è quello dalla Galilea a Gerusalemme (2 ore circa.) Gerusalemme si sviluppa su 7 colli, gli spostamenti in bus sono organizzati in modo da evitare grandi salite; segnaliamo invece la discesa dal Monte degli Ulivi che, per chi ha qualche problema di deambulazione, va affrontata con calma. A tutti consigliamo scarpe con suola antiscivolo poiché la città vecchia presenta molti vicoli dalla pavimentazione liscia.
L’esperienza nel Mar Morto è imperdibile; consigliamo di non rimanere in acqua più di 5 minuti, sciacquarsi bene per togliere il sale. Le spiagge sono attrezzate con spogliatoi e docce.

Documenti necessari

Passaporto personale (anche per minori) con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro dal viaggio.
Visto – gratuito all’arrivo.

Itinerario

Giorno 1: ITALIA – ISRAELE/Tel Aviv Lod – Nazareth
Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di convocazione. Operazioni di sicurezza, accettazione e imbarco sul volo per Tel Aviv. Arrivo all’aeroporto Ben Gurion di Lod (+ 1 ora rispetto l’Italia) e trasferimento a Nazareth. Sistemazione in hotel/Istituto religioso e pernottamento.
Giorno 2: Monte Tabor - Nazareth
Prima colazione e trasferimento al villaggio di Daburiyah per la salita sul Monte Tabor dove si fa memoria della Trasfigurazione di ns. Signore. Pranzo e pomeriggio dedicato alla visita di Nazareth iniziando dalla Basilica dell’Annunciazione, costruita sull’antica chiesa bizantina del V secolo, con il piccolo e prezioso museo francescano. L’esposizione si articola fra elementi architettonici, rilievi, ceramiche e graffiti, come l’importantissimo XE MAPIA, “Khaire Maria”, cioè Ave o Maria, la più antica iscrizione (è anteriore al 324) che rechi il nome della Vergine. Soste successive alla chiesa di San Giuseppe, dove fu rinvenuta una vasca battesimale del primo secolo e al “suk” (il mercato arabo coperto) presso un edificio crociato costruito sul presunto luogo in cui si trovava la Sinagoga nella quale Gesù lesse e commentò il passo del profeta Isaia. Completamento delle visite con il “Pozzo della Vergine”, l’antica fonte di Nazareth, situata all’interno della chiesa greco ortodossa di San Gabriele. Cena e pernottamento.
Giorno 3: Cana – Lago di Tiberiade (Mt. Beatitudini – Tabga – Cafarnao)
Prima colazione e giornata dedicata ai luoghi evangelici sul Lago di Tiberiade con pranzo in corso d’escursione. Durante il trasferimento, sosta a Cana nella chiesa che ricorda il primo Miracolo di Cristo per la visita e il rinnovo delle promesse matrimoniali delle coppie di sposi. Arrivo al lago e visite nei principali luoghi della vita pubblica di Gesù: il Monte delle Beatitudini, luogo di alta spiritualità e di rara bellezza, Tabga, con le chiese che ricordano il conferimento del Primato a Pietro e la Moltiplicazione dei pani e dei pesci, Cafarnao, città dove abitò Gesù nella casa dell’Apostolo. Visita del sito archeologico che comprende l’antico villaggio, la “casa di Pietro” e una sinagoga del V/VI secolo. Navigazione sul lago in battello. Rientro a Nazareth, cena e pernottamento.
Giorno 4: Qasr al Yahoud – Gerico – Beit Sahur – Betlemme - Gerusalemme
Prima colazione e partenza verso Sud per la Giudea percorrendo la strada lungo il fiume Giordano. Soste a Qasr al Yahoud, luogo del Battesimo di Gesù, e a Gerico, splendida oasi nel deserto di Giuda, considerata la più antica città al mondo. Arrivo a Beit Sahur (il Campo dei Pastori) e pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Betlemme per la visita della Basilica della Natività, la cui costruzione originaria risale al IV secolo per volontà di Sant’Elena, madre di Costantino il Grande. Il complesso è formato dall’imponente chiesa greco ortodossa, dalla cripta dove si venera il luogo di nascita di Gesù, dalla chiesa di Santa Caterina e dalla grotta di San Girolamo, il redattore della prima versione latina delle Scritture. Arrivo in serata a Gerusalemme e sistemazione in hotel/istituto religioso. Cena e pernottamento.
Giorno 5: Mar Morto (Masada – Qumran) – Deserto di Giuda - Gerusalemme
Prima colazione e trasferimento sul Mar Morto, depressione di circa quattrocento metri sotto il livello del mare, per la visita della rocca di Masada. Qui si conservano i resti di una reggia di Erode e della presenza di un gruppo di Zeloti che resistettero ai Romani per tre anni dopo la caduta di Gerusalemme nel 70 d.C. Proseguimento per Qumran, antico insediamento degli Esseni e luogo dove sono stati ritrovate le pergamene (i celebri “rotoli del Mar Morto”) con i principali libri dell’Antico Testamento e della regola della Comunità. Pranzo e visita. E’ possibile provare l’esperienza del bagno in questo specialissimo mare (con circa il 28% di salinità) in una spiaggia attrezzata. Rientrando a Gerusalemme sosta nel Deserto di Giuda e a Wadi El Kelt, per ammirare dall’alto il Monastero di San Giorgio in Koziba. Cena e pernottamento.
Giorno 6: Gerusalemme (Monte degli Ulivi/ Sion cristiana/Quartieri armeno ed ebraico)
Prima colazione e trasferimento a Betfage, da dove Gesù intraprese l’ultimo percorso verso Gerusalemme prima dell’arresto. Inizio del cammino sul Monte degli Ulivi: l’Edicola dell’Ascensione, la Chiesa del Pater, che offre la curiosità della preghiera del Padre Nostro in numerose lingue e dialetti, il “Dominus Flevit”, splendido punto panoramico sulle spianata delle Moschee, l’Orto degli Ulivi e la Chiesa dell’Agonia (Basilica delle Nazioni). Si terminerà con la visita della chiesa ortodossa del “Sepolcro della Vergine” e la suggestiva cripta che si raggiunge al fondo di cinquanta gradini. Dopo pranzo trasferimento nella zona cristiana del Monte Sion che si affaccia sulla Valle della Geenna. Presso la Chiesa di San Pietro in Gallicantu (luogo dell’episodio del rinnegamento di Pietro) sarà possibile vedere i resti dell’antica scalinata sicuramente percorsa da Gesù dal Getsemani al momento dell’arresto. Si proseguirà con la visita della grande aula del periodo crociato sorta sul luogo del Cenacolo dell’Ultima Cena, e della chiesa in stile medievale tedesco della Dormizione di Maria. Al termine, passando dalla Porta di Sion, si percorreranno i Quartieri armeno ed ebraico fino al Muro Occidentale (o del Pianto). Cena e pernottamento.
Giorno 7: Ein Karem - Gerusalemme (zona Ovest/Via Dolorosa)
Prima colazione e trasferimento nella zona Ovest di Gerusalemme con sosta alla Knesset (il parlamento israeliano) e presso la grande Menorah (candelabro a sette bracci simbolo dell’Ebraismo). Proseguimento per Ein Karem, per la visita delle chiese che ricordano la nascita di Giovanni Battista e la Visitazione della Vergine alla cugina Elisabetta. Dopo pranzo si raggiungerà la Città Vecchia e, passando dalla Porta dei Leoni (o di Santo Stefano) si inizierà il percorso lungo quella che è chiamata la Via Dolorosa, che dalla bella chiesa crociata di Sant’Anna e dalla Piscina di Bethesdah si inoltra nei quartieri musulmano e cristiano (con sosta all’Ecce Homo) fino alla Basilica del Santo Sepolcro. Questo luogo, che racchiude il Golgota (luogo della Crocefissione) e l’edicola della Risurrezione, è diviso tra le varie confessioni cristiane. Cena e pernottamento.
Giorno 8: Gerusalemme – Tel Aviv (Ben Gurion) - ITALIA
Prima colazione e visita del Memoriale dell’Olocausto (Yad Vashem). Pranzo e trasferimento all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv Lod. Operazioni di sicurezza e decollo con volo per l’Italia.

Costi

da 1.100 euro ( Quote a persona in camera doppia – min 25 paganti)
Supplemento singola su richiesta.
Cambio euro/usd 1.20 – Eventuali adeguamenti a norma di legge.

Durata del viaggio

8 giorni, 7 notti

Notizie utili

FORMALITA’ D’INGRESSO – Al controllo passaporti in entrata non verrà più timbrato il documento ma verrà consegnata una micro fotocopia dello stesso da conservare fino all’uscita da Israele.

VALUTA – La valuta locale, New Shekel (ILS), non è reperibile in Italia. Sono comunque accettati anche gli Euro e i Dollari americani. Consigliamo di cambiare appena arrivati piccole somme per le normali necessità quotidiane. Negli alberghi, nei negozi e nei centri commerciali sono accettate le principali carte di credito.
Il New Shekel vale circa 0.25 Euro, 1 Euro vale circa 4 Shekel

TELEFONI – Per telefonare in Israele dall’Italia, usare il seguente prefisso internazionale: 00972 + prefisso locale + numero dell’abbonato
Per telefonare da Israele in Italia, comporre: 0039 + prefisso locale + numero dell’abbonato.
Da Israele è possibile telefonare in Italia usando schede telefoniche internazionali acquistate in loco. E’ inoltre possibile telefonare con un cellulare, contattare il proprio gestore per abilitare il telefono e conoscere le modalità e costi di utilizzo.

FUSO ORARIO – Israele è un’ora avanti rispetto all’Italia.

DISPOSIZIONI SANITARIE – Non è richiesto nessun tipo di vaccinazione.

CONSIGLI IGIENICO/SANITARI – Consigliamo di portare dall’Italia oltre ai farmaci di uso abituale, un analgesico, prodotti per la cura di problemi intestinali. Consultare il proprio medico per le prescrizioni specifiche.

CLIMA – Il clima di Israele è caratterizzato da estati calde e soleggiate, e da un lungo periodo di sole, con il cielo sgombro da nubi da aprile a ottobre. Le piogge (dove si verificano) sono concentrate da novembre a marzo. E’ bene non dimenticare che nelle zone desertiche e a Gerusalemme (situata a circa 800 metri) la temperatura cala sensibilmente di sera, di notte e nelle prime ore del giorno.

ABBIGLIAMENTO – Consigliamo un abbigliamento semplice, con giacca o soprabito per l’inverno. Nei periodi più caldi consigliamo abbigliamento a “strati”, giacchetta e foulard per la sera in primavera, occhiali da sole e cappello in estate. In tutte le stagioni scarpe comode e ombrello o mantella per la pioggia.

ELETTRICITA’ – Le prese in Israele sono utilizzabili per i nostri apparecchi elettrici come carica batterie o rasoi.

MATERIALE FOTOGRAFICO – Le micropile per gli apparecchi fotografici ed elettronici sono reperibili ovunque. Consigliamo di rifornirsi in Italia di tutto il materiale fotografico specialistico. E’ bene rispettare i divieti di fotografia (aeroporti, porti, caserme, postazioni militari e di confine e luoghi di interesse strategico) onde evitare di incorrere in sanzioni o nel sequestro delle apparecchiature.

CUCINA LOCALE – La cucina israeliana e araba ha caratteristiche diverse dalla nostra con buon uso di spezie. Piatti di carne di agnello, di pollo e pesce con grande varietà di verdure e riso caratterizzano i pasti in Medio Oriente. Ottimi i dolci e la frutta. Per i pasti nei ristoranti e negli alberghi è abbastanza costoso il vino, buona ed economica la birra.

USCITA NEI LUOGHI DI CULTO – Per entrare nei luoghi di culto è necessario avere le spalle coperte e non indossare pantaloncini o gonne corte. Si consiglia di munirsi di uno scialle o di un pareo da utilizzare per le visite di chiese e basiliche.

Desideri ricevere informazioni o un preventivo su questo itinerario?

Compila il modulo, ti risponderemo presto.

Nome*
Email*
Richiesta
Accetto le condizioni sul Trattamento dei dati personali