Cambogia

Nella terra dei sorrisi

Partenze garantite minimo 2 partecipanti – Date libere – Servizi privati

In breve

Dove: Cambogia
Chi: individuali o gruppi
Costi:
Durata: 8 giorni, 7 notti

Date

  • Dicembre 2019- Dicembre 2020

La quota, in camera doppia, include:

  • Sistemazion negli alberghi indicati o di pari categoria in base a disponibilità
  • Pasti come da programma
  • Trasferimenti di arrivo e partenza dagli aeroporti. Mezzo di trasporto privato con A/C.
  • Guide locali parlanti italiano durante le visite
  • Spese di ingresso nei siti turistici
  • 1 bottiglia di alluminio/passeggero e ricarica
  • 1 omaggio/camera per le partenze che includono S.Valentino & Natale

La quota non include:

  • Voli internazionali e le tasse aeroportuali. Voli domestici/regionali in classe economica con le tasse incluse.
  • Visto d’ingresso in aeroporto in Cambogia
  • Bevande e pasti non menzionati
  • Mance
  • Assicurazioni
  • Spese personali
  • Tutti i servizi non menzionati chiaramente nel programma.
La Cambogia noi la descriviamo così: la natura che brilla di vita, come la gente, che sorride mentre cerca di spazzare via le nubi di un passato che ancora pesa e offusca il cielo.

Con questo itinerario vi immergerete nella vita quotidiana degli abitanti; una vita semplice ma vissuta con estrema dignità e voglia di riscattarsi. Sarà un susseguirsi di piccoli villaggi, sulla terraferma oppure galleggianti, in cui le famiglie vivono dei prodotti della terra o dei manufatti artigianali. Sarà entusiasmante entrare in contatto con loro e osservare le lavorazioni e lo stile di vita, così lontano dalla frenesia e la modernità occidentale. Durante i vostri spostamenti, che avverranno anche in bicicletta o tuk tuk, potrete notare che in molti casi le strade di collegamento sono percorribili a fatica; anche questo incide sullo scorrere lento della vita.
Queste strade vi condurranno dalla città di Siem Reap fino ad Angkor, noto sito archeologico ricco di templi costruiti quando, tra il IX e il XV secolo, questa località era capitale dell’Impero Khmer.
Tra i più sorprendenti ricordiamo il tempio di Ta Phrom, reso celebre dal film Tomb Raider. Il sito venne abbandonato dopo la caduta dell’impero, e nel corso dei secoli la foresta si sviluppò inglobando le costruzioni e creando una sorta di foresta incantata.

Per chi è indicato il tour

L’itinerario ha carattere culturale e naturalistico.
Va bene per tutte le età – L’itinerario non prevede lunghe camminate; gli spostamenti avverranno in bus, bicicletta o tuk tuk. Le visite ai mercati galleggianti avverranno su imbarcazioni molto semplici, di piccola o media dimensione, sempre attrezzati con salvagente.
La visita più impegnativa è quella ai templi di Angkor; in particolare per chi avesse problemi alle ginocchia. consigliamo di non salire ai piani più alti, questo piccolo accorgimento non comprometterà la qualità della visita! L’aspetto che può maggiormente incidere sulla resistenza, se si intraprende il viaggio in estate, sarà il clima. L’umidità, se mal sopportata, può aumentare la sensazione di fatica.

Documenti necessari

Passaporto personale (anche per minori) con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro dal viaggio
VISTO – da richiedere prima della partenza sul sito ufficiale:https://www.evisa.gov.kh

Itinerario

Giorno 1: CAMBOGIA/Phnom Penh
Arrivo in aeroporto e accoglienza da parte della guida. Trasferimento privato in hotel (camere disponibili dalle ore 14:00). Pasti liberi. Pernottamento in hotel.
Giorno 2: Phnom Penh – Koh Dach in tuk tuk - Phnom Penh

Partite dal vostro hotel e raggiungete il punto di attraversamento sul fiume, da dove inizierete la vostra navigazione a bordo di un’imbarcazione locale alla volta della cosiddetta Isola della Seta, Koh Dach. Risalirete il fiume in barca contro corrente e, una volta raggiunta l’isola lunga circa 7 chilometri, lascerete la vostra imbarcazione e continuerete l’esplorazione in tuk tuk. Resterete esterrefatti da quanto rapidamente il paesaggio ed il ritmo della vita vadano modificandosi a vista d’occhio. La città energica ed affollata lascerà ben presto il posto a distese di campi, casette in legno e pagode dorate. Spostarvi in tuk tuk vi darà la possibilità imperdibile di vivere la vita di ogni giorno, facendo una tappa ogni qualvolta lo desideriate per rubare istanti genuini della realtà degli abitanti del luogo. Dopo circa 6 chilometri, raggiungerete una tradizionale palafitta, che ospita un piccolo ristorante. Qui terminerà il vostro percorso, con un buon pranzo in un’atmosfera accogliente e distesa. Approfittatene per recuperare le energie prima di fare ritorno in auto alla multicolore città di Phnom Penh.
Preparatevi ad esplorare la città di Phnom Penh, che sorge alla confluenza di quattro diramazioni del fiume Mekong Chaktomuk. Capitale del Paese dopo Angkor per più di 600 anni, Phnom Penh vanta un notevole patrimonio storico. Visitate il Palazzo Reale, edificato nel 1866 ed ammirate la Pagoda d’Argento, all’interno del complesso del Palazzo. La maggior parte dei tesori qui esposti sono stati offerti dal Re di Cambogia ed includono regali provenienti da molti altri paesi. Tra i vari capolavori, spicca un Buddha in oro massiccio del peso di 90 chilogrammi, incastonato di 9,584 diamanti ed un Buddha di smeraldo e di cristallo risalente al XVII secolo. Raggiungete poi Wat Phnom, un’antica pagoda arroccata su una collina, commissionata nel 1372 da un’abbiente donna khmer per conservare alcune sacre reliquie.

Pasti inclusi: Colazione e pranzo presso un’abitazione locale.

Giorno 3: Phnom Penh – Battambang

Situata a nord-ovest di Phnom Penh, Battambang rimane ufficialmente la seconda città più grande del Paese, benché si stia sviluppando più lentamente di Siem Reap. Lungo il tragitto che vi condurrà a destinazione, potrete effettuare innumerevoli interessanti tappe. Inizierete la vostra avventura lungo le sponde del fiume Tonlé Sap, presso un villaggio di fabbri, esperti nella lavorazione del ferro. Nelle vicinanze, si erge la collina di Oudong: attuale luogo di pellegrinaggio ed antica capitale del regno della Cambogia. Qui si ergono antiche pagode che conservano reliquie di re dell’antichità ed edifici più recenti che inneggiano al Budda. Una volta raggiunta la cima, respirate a pieni polmoni e gettate uno sguardo al panorama mozzafiato che si schiude davanti ai vostri occhi. Impenetrabili foreste, sconfinate aree pianeggianti, verdeggianti risaie, laghi sfavillanti e villaggi locali punteggiati di pagode vi lasceranno esterrefatti. Continuerete poi la vostra visita con il villaggio di Kampong Chhnang: situato alla bocca del nel maestoso Lago Tonle Sap. Sul lago, potrete ammirare numerosi villaggi galleggianti. Il nome Kompong Chhnang, “porto delle ceramiche”, rivela l’importanza della lavorazione della terracotta per l’economia dei villaggi. Una volta raggiunta la città di Pursat, rinomata per le sue cave di marmo, potrete assistere all’abile lavoro degli artigiani, che da blocchi di marmo grezzo danno vita a eleganti sculture. Rimettetevi poi in viaggio per coprire l’ultima parte del tragitto tra le risaie. Finalmente scorgerete la sagoma di un gigante nero che brandisce un bastone in legno: benvenuti a Battambang!
Pasti inclusi: Colazione, pranzo & ccena in hotel.

Giorno 4: Battambang - Siem Reap

La vostra avventura avrà inizio presso l’antica pagoda Wat Balat, che si erge a circa 3 chilometri dal centro città. Da qui, mettetevi comodi a bordo di un tuk tuk e preparatevi ad avventurarvi su sentieri poco battuti ed ad entrare in sintonia con gli abitanti dei villaggi dell’entroterra cambogiano. Lungo il percorso che costeggia il fiumiciattolo, avrete la fortuna di osservare abitazioni tradizionali immutate da generazioni, verdeggianti risaie, lavorazioni artigianali peculiari e molto altro ancora. Prendete parte alla vita quotidiana dei locali ed immergetevi nella loro routine mentre si accingono a realizzare coltelli, preparare il tipico riso glutinoso e la pasta di pesce chiamata Prahok. Preparatevi a vivere un’esperienza indimenticabile, accompagnati dalle risate di bambini curiosi, che salutano da lontano. Sarà una gioia per voi ricambiare il saluto con un sorriso. Terminate la vostra avventura con una visita al piccolo tempio angkoriano Ek Phnom, costruito nell’XI secolo.
Distanza: 20 chilometri – 3 ore
Pronti per scoprire le meraviglie di Angkor? La strada che percorrerete lungo la sponda nord del Lago Tonle Sap e passa per Sisophon, nella provincia di Banteay Meanchey. I 200 chilometri che vi separano da Siem Reap vi sorprenderanno con verdeggianti risaie e villaggi punteggiati da casette tradizionali Khmer. Osservate alcuni tagliapietre all’opera: le loro tecniche di lavoro risalgono all’era di Angkor e vengono tramandate con orgoglio di generazione in generazione.
Pasti: colazione e pranzo.

Giorno 5: Angkor Wat - Banteay Srei - Ta Prohm

Prima colazione e incontro con la guida per iniziare la visita del meraviglioso tempio di Angkor Wat, Patrimonio mondiale dell’umanità. Questo tempio è uno dei monumenti più straordinari mai concepiti dall’uomo, costruito nel XII secolo (1112-1152) in onore della divinità Vishnu, la divinità degli Spazi, nonché la seconda Persona della Trimurti (chiamata anche Trinità indù, composta da Brahma, Vishnu e Shiva.). Nel pomeriggio visiterete il tempio di Banteay Srei, considerato uno dei gioielli dell’arte khmer. Costruito nel X secolo, questo piccolo tempio d’arenaria rosa, il cui nome significa “Cittadella delle donne”, contiene capolavori di scultura ancora in buono stato di conservazione. André Malraux lo rese famoso all’inizio del XX secolo grazie al ritrovamento di alcune teste di apsara, ammalianti creature che raffiguravano l’ideale massimo di bellezza femminile, che tentò di trafugare. Furono poi restituite alla comunità nel 1923. Sulla via del ritorno, è prevista una sosta al vecchio monastero di Ta Prohm, dove giganteschi alberi secolari hanno messo le radici nelle pietre sovrastando le costruzioni circostanti.  Ritorno in hotel prima dello spettacolo delle ore 20. Cena libera. Il “Phare, il circo cambogiano”, unisce danza, musica moderna, arti acrobatiche e teatro per trasportare gli spettatori nella storia e nella vita quotidiana della Cambogia, attraverso travolgenti e toccanti performance artistiche di giovani talenti locali.  Ad oggi, la testimonianza più autentica della lenta ma dignitosa rinascita di questo Popolo. Lo spettacolo dura un’ora e inizia ogni giorno alle 20; tutti gli spettacoli sono un mix di umorismo e dramma.  Lo scopo è quello di dare una visione reale della moderna scena artistica, raccontando sempre un pezzo di storia Khmer. PharePonleuSelpak è una ONG con sede a Battambang, fondata nel 1994 con lo scopo di fornire ai ragazzi poveri Cambogiani una formazione artistica. Questa organizzazione fornisce inoltre una formazione classica ai bambini bisognosi, dalle scuole primarie fino alle scuole superiori, e funge anche da centro sociale per l’assistenza sanitaria.  Al giorno d’oggi, questo gruppo si esibisce a Battambang, così come a livello nazionale ed internazionale.
Pasti inclusi: colazione e pranzo

Giorno 6: Preah Khan - Neak Pean - Thommanon - Chau Say Tevoda - Angkor Thom

Prima colazione e partenza  per il Nord di Angkor. Comincerete con la visita al Tempio di Preah Khan, costruito da Jayavarman VII nel 1191 in onore di suo padre, il Dio risparmiatore del Buddismo Mayahanista: il tempio era in origine una vera e propria città e un luogo dedicato agli studi buddisti. Appartenente alla stessa epoca, Neak Pean, chiamato anche “Nagas intrecciato”, è l’unica isola-tempio di Angkor: si dice che rappresenti simbolicamente Anavatapta, il lago sacro e mitico dell’Himalaya, venerato in India per le proprietà curative delle sue acque. Il grande bacino centrale è collegato ad altri quattro bacini più piccoli che rappresentano i quattro grandi fiumi della terra e i quattro punti cardinali. Ciascuno di loro possiede un “gargoyle” (figura animalesca): il leone, il cavallo, l’elefante e l’uomo. Proseguimento della visita di Angkor alla volta dei due bellissimi templi di Thommanon e Chau Say Tevoda, risalenti al XII secolo e costruiti sotto il regno di Suryavarman II: qui (in particolare a Chau Say Tevoda) troverete sculture in onore di Shiva e Vishnu oltre a devatas di una grazia eccezionale. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita di Angkor Thom (letteralmente ‘grande città’, un tempo capitale del regno di Jayavarman VII ) cominciando con la barriera Sud e il famoso tempio di Bayon del XII, dedicato al buddismo. Il tempio – considerato una riproduzione del Monte Meru sacro agli induisti – è composto da circa 54 torri quadrangolari raffiguranti 216 visi del Dio Avalokitesvara. Visita al Tempio di Baphuon.  risalente all’XI secolo e recentemente ristrutturato da architetti francesi. Si continua con la visita alla Terrazza degli elefanti – un’area di 350 metri a lato dell’imponente Piazza Reale, per finire con la Terrazza del re Lebbroso: costruita nel XII secolo, deve il suo nome al ritrovamento di una statua che ricordava l’immagine di un malato di lebbra. La giornata non può che terminare con la visita del Museo Nazionale di Angkor: 8 gallerie in oltre 20.000 mq dedicati all’antica civiltà di Angkor. Manufatti, incisioni, reperti religiosi e testimonianze dell’eccezionale evoluzione sociale di una delle più antiche popolazioni mai esistite. Cena in ristorante con spettacolo di danze “Apsara” Pernottamento in hotel.
Pasti inclusi: Colazione e cena in ristorante con spettacolo di danza “Apsara”(non privato)

Giorno 7: Siem Reap - Kompong Kleang – Kompong Thom - Phnom Penh

Nella prima mattinata raggiungerete il villaggio galleggiante di Kompong Kleang, a circa 40 chilometri da Siem Reap. Le sue case su palafitta che si riflettono sull’acqua offrono uno spettacolo eccezionale. A seconda della stagione e del livello dell’acqua, vedrete dinnanzi a voi slanciate palafitte, piane alluvionali, risaie e distese d’acqua a perdita d’occhio. Saltate su un’imbarcazione locale per la navigazione lungo i canali alla volta del grande lago: sarà curioso scoprire come gli abitanti spostino le proprie case a seconda delle stagioni. Dopo pranzo, farete ritorno a Siem Reap.
Mentre viaggiate in direzione di Pnom Penh, farete una tappa presso Kompong Kdei, dove un ponte dell’epoca di Angkor si erge fiero ed intatto. Più avanti, scorgerete i magnifici resti del tempio di Sambor Prei Kuk, l’antica capitale dell’epoca di Chenla. Non resta che una curiosa tappa lungo il vostro percorso: il villaggio di Skun. La regione è infatti rinomata per il mercato dei ragni. Speziati o fritti, i ragni vengono utilizzati in centinaia di piatti. Molti venditori faranno del loro meglio per invitarvi ad un assaggio: “Provateli, sono croccanti!”. Arriverete a Phnom Penh nel tardo pomeriggio.
Pasti inclusi: Colazion e & pranzo pic-nic presso un’abitazione locale.
Alternativa per la stagione secca (Da Aprile a fine Luglio)
In mattinata trasferimento al porto di Chong Kneas dove vi imbarcherete a bordo di una barca locale per scoprire la vita degl iabitanti sul lago. Partenza per Kompong Thom. Pranzo lungo la strada. Arrivo a Phnom Penh. Cena libera. Pernottamento in albergo.

Giorno 8: Phnom Penh - ITALIA

Tempo libero e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro. Pasti liberi. Partenza con il volo di rientro per l’Italia (con scalo).
Pasti: colazione

Costi

Durata del viaggio

8 giorni, 7 notti

Hotel

  • Phnom Penh: Double Leaf Boutique Hotel * * * * (Superior) o similare
  • Battambang: Classy Hotel and Spa * * * *  (Superior) o similare
  • Siem Reap: Tara Angkor Hotel * * * *(Superior) o similare

Notizie utili

BAGAGLIO – Per quanto riguarda i bagagli da portare in cabina e da consegnare per la stiva si prega di seguire le disposizione della compagnia aerea che effettuerà il servizio. Le regole in materia di sicurezza non consentono di portare con sé all’interno della cabina dell’aeromobile i seguenti oggetti- forbici di qualunque misura, limette, tronchesine per le unghie e oggetti simili. Per quanto riguarda qualsiasi tipo di liquido, dentifrici, profumi, gel per capelli, cosmetici, creme e lozioni è possibile portarli a bordo solo in contenitori da massimo 100 ml/100 gr. Tutto ciò dovrà essere contenuto in una busta di plastica trasparente chiusa dal peso massimo di un chilo. Il personale addetto al controllo ha facoltà di sequestrare qualunque oggetto giudicato pericoloso o non conforme alle normative vigenti

VALUTA – La valuta locale è il RIEL cambogiano (KHR). Negli alberghi, nei negozi per turisti e nei centri commerciali sono accettate le principali carte di credito.
1 Riel vale circa 0,0020, 1 Euro vale circa 4.600 Riel cambogiani

TELEFONI – Per telefonare in Cambogia dall’Italia, usare il seguente prefisso internazionale: 00855 + prefisso locale + numero dell’abbonato.
Per telefonare dalla Cambogia in Italia, comporre: 0039 + prefisso locale con zero + numero dell’abbonato.
Dalla Cambogia è possibile telefonare in Italia usando schede telefoniche. E’ inoltre possibile telefonare con un cellulare, contattare il proprio gestore per le tariffe ed eventualmente abilitare il telefono e conoscere le modalità di utilizzo.

FUSO ORARIO – La differenza di fuso orario è di + 5 ore rispetto all’Italia.

DISPOSIZIONI SANITARIE – Non è richiesto nessun tipo di vaccinazione. Consigliamo la profilassi antitifica. Consultare il proprio medico.

CONSIGLI IGIENICO/SANITARI – Consigliamo di portare dall’Italia oltre ai farmaci di uso abituale, un analgesico, prodotti per la cura di infezioni o problemi intestinali. Consultare il proprio medico per le prescrizioni specifiche. Raccomandiamo di bere esclusivamente acqua minerale da bottiglie sigillate e di non fare uso di ghiaccio nelle bevande.

CLIMA – In Cambogia il clima è tropicale ed è abbastanza uniforme, caldo tutto l’anno, con una stagione piovosa da maggio a metà novembre, quando prevale il monsone di sud-ovest, e una stagione secca da metà novembre ad aprile.
Il mese meno caldo è dicembre, mentre i mesi più caldi ed opprimenti sono aprile e maggio; nella stagione delle piogge le temperature sono un po’ meno elevate, ma il tasso di umidità ne aumenta la percezione.

ABBIGLIAMENTO – Consigliamo un abbigliamento semplice e leggero (maglioncino e foulard per l’aria condizionata). Scarpe comode e dalla suola non scivolosa. Anche quando il clima è caldo/umido consigliamo camicie con le maniche lunghe e pantaloni lunghi. Ombrello o mantella per la pioggia. Munirsi di antirepellenti e creme solari.

ELETTRICITA’ – 220VOLT, 50HZ; le prese sono di tipo A, C, G (meglio munirsi di un adattatore)

MATERIALE FOTOGRAFICO – Le pellicole e le pile per gli apparecchi fotografici ed elettronici sono reperibili ovunque. Consigliamo di rifornirsi in Italia di tutto il materiale fotografico specialistico. E’ bene rispettare i divieti di fotografia (aeroporti, porti, caserme, postazioni militari e di confine e luoghi di interesse strategico) onde evitare di incorrere in sanzioni o nel sequestro delle apparecchiature.

CUCINA LOCALE – La cucina cambogiana è simile a quella thailandese ma fa un uso minore di spezie e non è così piccante (in genere aglio e peperoncino vengono serviti a parte). Un pasto cambogiano prevede quasi sempre la zuppa. Tra i tipi più comuni ci sono la samla machou banle, zuppa di pesce, la samla chapek, di maiale allo zenzero, e la samla machou bangkang, di gamberetti. Gli ingredienti principali dei piatti cambogiani sono pesce e riso e tra i sapori più usati si segnalano coriandolo, menta e citronella. Molto diffuse anche le verdure e la frutta, molto saporita e mostrata come segno di abbondanza. Tra i dolci si trovano la torta di riso e il pudding preparato con i frutti dell’albero del pane.

Desideri ricevere informazioni o un preventivo su questo itinerario?

Compila il modulo, ti risponderemo presto.

Nome*

Email*

Richiesta

Accetto le condizioni sul Trattamento dei dati personali