Madeira culturali

A Madeira, come ogni anno dal 1979, il mese di maggio si è aperto con il Festival dei Fiori, l’evento che celebra la primavera esaltandone i suoi colori e profumi. Ne abbiamo parlato qualche mese fa elencandolo tra gli eventi imperdibili del 2019. Ve lo siete perso?

Non preoccupatevi, ci sono altre ottime ragioni per partire alla volta del “giardino galleggiante” di Madeira; inoltre, l’estate ormai alle porte è il momento migliore per visitare l’isola!
Madeira vi piacerà per la sua natura: un’isola dalla natura rigogliosa, ricca di fiori e frutta, immersa in un mare dal blu intenso.

Ma c’è qualcosa di davvero particolare che renderà indimenticabile il vostro viaggio a Madeira. Si tratta di un mezzo di trasporto “non convenzionale” che collega la località di Monte con Livramento, nella periferia della capitale.
A inizio 900 erano un vero e proprio mezzo di trasporto per i locali e per le merci; si tratta di carretti di vimini montati su pattini di legno che, come slitte, consentivano di scendere velocemente da Monte alla periferia di Funchal. Oggi, questo stesso mezzo viene utilizzato dai turisti di tutto il mondo, desiderosi di vivere un’esperienza insolita e divertente.
Monte si può raggiungere con la funivia, e ne vale la pena… la località presenta giardini rigogliosi e offre una meravigliosa panoramica su Funchal. Ma il rientro in città è d’obbligo farlo con i carretti!
I carreiros vi attendono con il loro completo bianco, il cappello di paglia… e le scarpe dalle suole realizzate con pneumatici! Sono loro che, posizionandosi dietro il mezzo, guidano il carretto lungo una discesa di circa 2 km, regolando la velocità con delle corde.

La CNN qualche anno fa ha inserito i carretti di Madeira tra i 7 mezzi più cool per il pendolarismo; in effetti, nonostante sia ormai un mezzo utilizzato dai turisti, può ancora succedere di vedere qualche businessman che si reca al lavoro con questo mezzo.

Per chi vuole provare l’emozione della discesa sui tipici carretti di vimini…Madeira vi aspetta!
Contattateci per conoscere le partenze 2019.